1. Blog
  2. Curriculum
  3. Perché è importante inserire il numero di telefono sul curriculum
Scritto da Mario Ricci (alias)Mario Ricci (alias)

Perché è importante inserire il numero di telefono sul curriculum

6 min. di lettura
Perché è importante inserire il numero di telefono sul curriculum
Non sai se inserire il tuo numero di telefono sul curriculum? Essere a portata di chiamata dei potenziali datori di lavoro può davvero fare la differenza? Scopriamolo insieme.

Inserire il numero di telefono sul curriculum, sì o no?

Ogni giorno riceviamo chiamate indesiderate da call center che tentano di venderci qualcosa, infastidendoci parecchio. Alla lunga, la cosa più naturale che viene da fare è quindi non solo quella di non rispondere più, ma anche di evitare il più possibile di indicare il nostro numero di telefono su qualche sito, o nell’iscrizione a un qualsiasi social network.  

Ma cosa succede quando dobbiamo redigere il curriculum e, di conseguenza, elencare i nostri recapiti di contatto? Si può evitare di inserire il numero di telefono, magari preferendo la sola e-mail?

La risposta è una sola: sì. E questo perché non è scritto da nessuna parte che tu debba necessariamente renderti reperibile anche per telefono. Non esiste una sorta di “legge del curriculum” a cui sei obbligato a sottostare. 

Però fai attenzione! Evitare di indicare il tuo numero di cellulare non è mai la scelta migliore. A meno che tu non voglia perderti una serie di vantaggi e, quel che è peggio, anche la possibilità di essere contattato per quel tanto desiderato posto di lavoro.

Indicare il numero di telefono: quali sono i vantaggi?

Sia che lo usiamo per messaggiare o per fare acquisti online, sia che ci serva per mandare e-mail urgenti o per fare scrolling tra vari annunci di lavoro, bisogna ammetterlo: il cellulare è diventato parte integrante della nostra quotidianità (e sfido a trovare qualcuno ormai che riesca a dimostrare il contrario). 

Dato che i recruiter non vengono da un altro pianeta, il fatto di trovarsi a esaminare un curriculum dove non è presente il numero di telefono potrebbe bloccare in partenza la selezione; oltre che portare a qualche dubbio sul candidato. 

Ma spieghiamoci meglio: ecco di seguito quali sono i vantaggi che può garantirti indicare il tuo numero di telefono nel CV.

Facilitare il contatto da parte dei recruiter

Partiamo da un presupposto: i recruiter non hanno tempo da perdere, soprattutto se hanno decine (se non centinaia) di curriculum da esaminare. Mettere a disposizione il tuo numero di telefono significa, di fatto, facilitargli il lavoro. Per i recruiter fare una telefonata è più immediato che mandare un’e-mail; ricevere una risposta sul momento è più semplice che aspettarla per ore o, peggio, giorni. 

Il colloquio telefonico

Al di là di una maggiore immediatezza nella risposta, spesso i recruiter considerano il contatto telefonico (e l’impressione che ne consegue) come primo motivo di selezione o di esclusione per i successivi colloqui. In sostanza: il primo screening. Questo per te può essere un grande vantaggio: puoi subito abbattere le barriere interpersonali, mettere in luce le tue conoscenze e la tua voglia di assumere il ruolo per il quale ti sei candidato. In definitiva: presentare te stesso. 

La reperibilità

Indicare il tuo numero di cellulare nel curriculum può darti l’occasione di dimostrare a eventuali recruiter la tua disponibilità. In altri termini: la tua reperibilità che (nota bene!) si suppone garantita nell’orario lavorativo, ovvero tra le 9 del mattino e le 18/19 di sera. Nessun recruiter pretende che tu risponda al telefono in tarda serata o al primo squillo; ma constatare che sei pronto a richiamare subito (o comunque appena possibile), è sempre un punto a favore. Soprattutto se il lavoro per il quale ti sei candidato è uno di quelli in cui devi essere, per così dire, pronto e scattante.

Alcuni consigli

Ora che hai deciso di inserire il tuo numero di telefono sul curriculum, non ti rimane che prestare attenzione a evitare alcuni errori che potrebbero far sfumare la tua grande occasione. 

Prima e dopo aver mandato il tuo CV, tieni bene a mente questi consigli:

Attenzione a scrivere bene il tuo numero

Può sembrare assurdo, ma quante volte ci capita di sbagliare a scrivere qualcosa che conosciamo bene? Complice la fretta, le distrazioni esterne o, più banalmente, un errore di battitura, ecco allora che il numero di telefono indicato sul curriculum è sbagliato. Se poi lo hai cambiato di recente e non l’hai ancora imparato a memoria, peggio ancora. Meglio allora controllare più volte, e magari provare a chiamarti per essere sicuro che sia funzionante. Di fronte a un numero di telefono sbagliato è raro che i recruiter perdano tempo a cercare di contattare un candidato in altro modo.

Non indicare il numero di telefono dell’attuale lavoro

Che sia quello di telefono fisso o di un cellulare privato ma aziendale, una delle regole d’oro è quella di non indicare mai sul curriculum il numero dell’attuale posto di lavoro. Ricordati che non bisogna violare le regole di non concorrenza e rispetto! Anche se questo potrebbe significare viaggiare con due cellulari, in nome della reperibilità.

Lavoro all’estero? Indica il prefisso internazionale

Se hai deciso di candidarti per un lavoro all’estero, ricordati che dovrai necessariamente inserire il prefisso internazionale dell’Italia davanti al tuo numero di telefono scritto per esteso. 

Ecco come dovrebbe essere:

+39-XXX-XXXXXXX

Se invece ti stai candidando per un lavoro in loco, il prefisso non serve: il recruiter sa già che sei localizzato in Italia dalle informazioni sulla residenza che hai indicato nel tuo CV. Diverso il discorso se abiti all’estero e stai puntando a un lavoro in Italia: in tal caso, torna fondamentale inserire il prefisso dello stato dove risiedi.

Il colloquio telefonico e la reperibilità

Per quanto costituiscano dei vantaggi che conseguono la scelta di inserire il proprio numero di telefono sul curriculum, considera che il colloquio telefonico e la reperibilità richiedono anche delle accortezze. 

Prima di tutto, quella di prepararsi mentalmente a ricevere una chiamata (che si traduce in colloquio), e in qualsiasi momento: sei pronto a rispondere alle eventuali domande del recruiter? Ricordi bene cosa hai segnato nel tuo CV? Non farti cogliere impreparato.

Secondo, quella di tenere sempre il telefono vicino e con il volume inserito (vietata la sola vibrazione) durante l’orario lavorativo (che ricordiamo è considerato tra le 9 del mattino e le 18/19 di sera); a meno che tu non voglia perderti quella chiamata importante! 

Se succede però non ti preoccupare: fai in modo di richiamare subito. Sempre sperando che quel numero che non hai in rubrica sia quello di un recruiter; e non di qualcuno che ti vuole vendere qualcosa.

Vuoi un curriculum che non passi inosservato?
Vuoi un curriculum che non passi inosservato?
Affidati ai nostri modelli gratuiti, compilabili online, e crea un curriculum d'impatto in pochi minuti. Potrai scegliere tra svariati modelli creativi, moderni, professionali e semplici.
Sfoglia i modelli
Condividi questo articolo
Continua a leggere
Lettera di presentazione19 min. di lettura
Come concludere una lettera di presentazione (Migliori Paragrafi Conclusivi)
Come concludere una lettera di presentazione (Migliori Paragrafi Conclusivi)
Colloquio di lavoro10 min. di lettura
Rifiutare un'offerta di lavoro (senza tagliare i ponti!)
Rifiutare un'offerta di lavoro (senza tagliare i ponti!)
Curriculum18 min. di lettura
Soft Skills: cosa sono e quali inserire nel CV
Soft Skills: cosa sono e quali inserire nel CV
Curriculum18 min. di lettura
Esperienza lavorativa
Esperienza lavorativa
Visualizza tutti
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente ed eseguire attività di analisi e marketing. Utilizzando il nostro sito web, acconsenti all' utilizzo di tutti i cookie in conformità con la nostra Informativa sui cookie e Informativa sulla privacy.
Accetta cookie