1. Blog
  2. Carriera
  3. Work-life balance: la ricetta di Gen Z contro il burnout da lavoro
Scritto da Lotte van RijswijkLotte van Rijswijk

Work-life balance: la ricetta di Gen Z contro il burnout da lavoro

3 min. di lettura
Work-life balance: la ricetta di Gen Z contro il burnout da lavoro
La Generazione Z sta rivoluzionando il mondo del lavoro. Scopri come con l’infografica di CVapp sul work-life balance.

Gen Z e il burnout da lavoro

Il 58% dei lavoratori appartenenti alla Generazione Z, ossia i nati fra il 1997 e il 2021, sostiene di soffrire o aver sofferto di burnout a causa dello stress lavorativo. Ed è proprio per questa ragione che Gen Z sta portando avanti una rivoluzione nel mondo lavoro, prioritizzando l’equilibrio fra vita professionale e personale. 

L’infografica “Burnout? No, grazie: Il viaggio della Gen Z attraverso il work-life balance” creata da CVapp, azienda che si occupa di modelli di CV e Lettere di Presentazioni, testimonia il sovvertimento delle priorità e il conseguente riassestamento della scala dei valori di questa nuova generazione. I numeri parlano chiaro: un sano work-life balance è prioritario per i nuovi lavoratori e il loro impiego non occupa un ruolo centrale nelle loro vite. Infatti, ai primi posti c’è la famiglia, gli amici, l’amore e i loro hobby ed interessi. 

Nuove tendenze del mondo del lavoro 

Al tempo stesso, le cose stanno cambiando radicalmente anche per quanto riguarda il lavoro ideale. Gen Z non si accontenta di un impiego qualunque; quello a cui si dedicano deve avere un senso e, soprattutto, deve offrire opportunità di crescita ed essere inclusivo, meritocratico e attento all’ambiente. Inoltre, i giovani della generazione Z pretendono che l’azienda offra una retribuzione adeguata e conceda flessibilità di orario e sufficiente tempo libero, proprio per poter conciliare al meglio il lavoro con la vita privata.

Che succede però quando le cose non vanno per il verso giusto? Gen Z è figlia di internet, ma soprattutto dei social network, ed è proprio su queste piattaforme che i giovani lavoratori danno voce al loro malcontento e sfogano le loro frustrazioni lavorative. Sono nati così dei virali TikTok trends, che in alcuni casi prevedono misure estreme come licenziarsi in diretta; oppure decisioni impulsive come mandare candidature a raffica su LinkedIn. In ogni caso, questi hashtag sono seguitissimi e raccolgono milioni di views. 

Il viaggio della Gen Z attraverso il work-life balance
Vuoi un curriculum che non passi inosservato?
Vuoi un curriculum che non passi inosservato?
Affidati ai nostri modelli gratuiti, compilabili online, e crea un curriculum d'impatto in pochi minuti. Potrai scegliere tra svariati modelli creativi, moderni, professionali e semplici.
Sfoglia i modelli
Vuoi un curriculum che non passi inosservato?
Vuoi un curriculum che non passi inosservato?
Affidati ai nostri modelli gratuiti, compilabili online, e crea un curriculum d'impatto in pochi minuti. Potrai scegliere tra svariati modelli creativi, moderni, professionali e semplici.
Sfoglia i modelli
Condividi questo articolo
Salario medio in Italia
Salario medio in Italia
Condividi questo articolo
Continua a leggere
Curriculum11 min. di lettura
Privacy e autorizzazione trattamento dati personali CV (2023)
Privacy e autorizzazione trattamento dati personali CV (2023)
Carriera17 min. di lettura
Come cercare (e trovare!) lavoro in Svizzera
Come cercare (e trovare!) lavoro in Svizzera
Colloquio di lavoro10 min. di lettura
Rifiutare un'offerta di lavoro (senza tagliare i ponti!)
Rifiutare un'offerta di lavoro (senza tagliare i ponti!)
Curriculum7 min. di lettura
Il profilo personale: cosa scrivere e cosa evitare
Il profilo personale: cosa scrivere e cosa evitare
Visualizza tutti
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente ed eseguire attività di analisi e marketing. Utilizzando il nostro sito web, acconsenti all' utilizzo di tutti i cookie in conformità con la nostra Informativa sui cookie e Informativa sulla privacy.
Accetta cookie